Che il mare avesse proprietà benefiche è ormai cosa nota. Ma perché? Quando "utilizzarlo"? Vediamolo insieme in questo articolo.


Con l’arrivo delle vacanze ad andare in ferie è anche l’ Osteopata di fiducia, ma non i suoi consigli !
A seconda della sintomatologia, di suggerimenti da adottare durante l’ estate per mantenersi in salute ed equilibrio psico fisico, ne esistono molti.
Esercizi posturali, creme naturali, respirazione, meditazione, cromoterapia, aromaterapia, musicoterapia, etc….
E poi c’è lui, che li racchiude tutti : il mare!

 

Il mare è una vera e propria medicina naturale.

La composizione, la salinità, la distribuzione dell’acqua marina sulla crosta terrestre, sono analoghe al plasma corporeo, la nostra “acqua interna”.

I nostri antenati vennero fuori dal mare. I feti umani immersi in acqua, nelle prime fasi di sviluppo, hanno ancora strutture simili a fessure branchiali dei pesci, e l’acqua nelle nostre cellule può essere paragonata a quella che si trova nel mare.
Il mare sa suscitare reazioni immediate legate al “nido”uterino materno, alle proprie origini primordiali e all’ evoluzione.

Il suo colore rilassa la mente, induce serenità e sicurezza. Il blu è il colore che l’inconscio associa al pianeta Terra, reso azzurro dal cielo e dai grandi oceani, ed è quindi familiare e confortante per la nostra mente, come fosse rappresentativo della propria “casa”ancestrale.

 

Il mare rigenera la mente, conforta lo spirito, cura i malanni della pelle, del sistema nervoso e delle ossa.

I benefici sono tanti, e qui ne riporto un breve elenco:

  • Il mare rallenta il progredire dei reumatismi
    L’acqua marina abbinata all’ esercizio fisico, stempera il dolore osseo-muscolare e l’artrite. Migliora la circolazione del sangue ed accelera il recupero da interventi chirurgici.
  • Migliora la respirazione
    Le persone che soffrono di asma, sinusite allergica, tosse di varia natura ed altri problemi respiratori, beneficiano della brezza marina e delle nuotate in acqua come disinfettanti e drenanti di tossine delle vie respiratorie e dei polmoni.
  • Riduce l’ansia e la depressione
    Poiché contiene magnesio, l’acqua del mare è un calmante naturale, un anti-stress.
  • Ha effetti terapeutici sul sistema endocrino e su quello nervoso. Il senso di solitudine e la depressione sono favoriti da livelli bassi di serotonina, un neurotrasmettitore noto come “ormone della felicità”. Il contatto con il mare induce il cervello al rilascio di sostanze come dopamina, serotonina e ossitocina, gli ormoni del piacere.
  • Purifica la pelle
    I sali minerali marini in sinergia con i raggi del sole, rigenerano la pelle. Acne e la psoriasi, sono alcune delle malattie che possono essere facilmente curate con l’acqua del mare, per la sua azione antisettica e cicatrizzante. (L’acqua di mare pura contiene il 3,5% di cloruro di sodio, e piccole quantità di magnesio, solfato e calcio)

I sali e lo iodio marini contrastano la cellulite ed i liquidi ristagnanti di cosce e glutei in particolare.
Passeggiare in acqua , favorisce il drenaggio delle cellule adipose e di tossine, ringiovanisce e modella la forma delle gambe, leviga e purifica la pelle.

  • Rinforza il sistema immunitario
    Il numero di globuli rossi sembra aumentare tra il 5 e il 20 % dopo una nuotata o un bagno nel mare.

Il mare è inoltre il posto ideale dove praticare esercizi posturali, meditazione, yoga, per ritrovare se stessi in risonanza con la Natura.
C.G.Jung scrisse: «Il mare è come la musica: contiene e suscita tutti i sogni dell’anima».

 

Come usare il mare per stare meglio? 

  • Passeggiata a piedi nudi sulla sabbia : Ottimo per lavorare sull’ equilibrio e sulla circolazione del piede e di tutto l’arto inferiore.
  • Passeggiata in acqua : Mantiene in forma senza sovraccaricare la zona lombo sacrale.
  • Posizione in acqua a “ quattro di spade “: Rilassa la colonna cervicale e tutta la schiena.
  • Inalare acqua di mare: Riduce il gonfiore, riequilibra le mucose e stimola l’ auto pulizia dell’apparato respiratorio favorendo l’espulsione del muco.


In quest’ ultimo caso, se si ha il sospetto che il mare sia inquinato, è meglio ricorrere a soluzioni spray all'acqua di mare. 

 

Claudia Dominijanni, Osteopata. D.O.

Pubblicato in News Osteopatia Roma