L'Osteopatia è nata negli Stati Uniti nella seconda metà dell'800 grazie all'intuizione di Andrew Taylor Still che, deluso dalla medicina tradizionale che non era riuscita a salvare i suoi tre figli colpiti dalla meningite, dopo aver osservato  numerosi cadaveri, ed effettuato diversi esperimenti

elaborò una nuova concezione del corpo umano e un altro modo per curarlo.

 

 

L’innovazione consiste in alcuni principi cardine di cui ancora l’osteopatia si avvale: 

 

1)unità del corpo 

2)la struttura governa la funzione

3)il ruolo dell’arteria è supremo

4)il movimento è vita

 

 

Unità del corpo: l’individuo è visto nella sua globalità come un sistema in cui ogni parte costituente la persona (psiche inclusa) è dipendente dalle altre e il corretto funzionamento di ognuna assicura quello dell’intera struttura: dunque, il benessere.

 

Relazione tra struttura e funzione:  La perfezione di ogni funzione è legata alla perfezione della struttura portante, se tale equilibrio è alterato ci si trova di fronte a una disfunzione osteopatica, caratterizzata da una zona corporea in cui è andata persa la corretta mobilità. L’organismo reagirà a tale disequilibrio creando delle zone di compenso e di adattamenti corporei non favorevoli al benessere generale dell’organismo. 

 

 

• Essenziale per l’Organismo è preservare una corretta circolazione affinchè ogni distretto corporeo sia adeguatamente irrorato, ossigenato. A tal fine è dunque indispensabile che non ci siano restrizioni di mobilità.

 

• La vita è movimento, Il movimento è vita.

 

Osteopata Roma

Se vuoi maggiori informazioni o prenotare la tua visita osteopatica gratuita a Roma, puoi inviami un messaggio su info@roma-osteopata.it chiamarmi al 334 71 95 889compilare questo modulo.